italy-2484493_1280

L’ISOLA FELICE

CAPRI: STAGIONE ESTIVA 2020

In fondo non possiamo lamentarci per la stagione passata, anche se durata poco abbiamo avuto un’ottima clientela e confrontandomi con i colleghi della costiera di Ischia e della penisola sorrentina pare che Capri sia stata una cosiddetta “isola felice”!

È stata una stagione breve ma intensa, dove il sentimento “empatia” è stato il più semplice da mettere in atto! Anche se non ho mai avuto difficoltà ad immedesimarmi nei “desideri dei miei ospiti” questa pandemia ci ha resi tutti uniti per un solo scopo: goderci quel poco di libertà concessaci! Sicuramente è stato un anno particolare, sulla scia di un 2019 favoloso è stato ancora più difficile da affrontare, ma in fondo ci siamo riusciti ad adattarci ad un diverso tipo di clientela a cui eravamo abituati! La maggior parte degli ospiti “Covid” sono stati di nazionalità italiana, un’altra bella fetta era composta da europei per lo più francesi, inglesi e verso fine stagione svizzeri e tedeschi. Tutti prenotavano last minute e raggiungevano Napoli maggiormente con la propria automobile o con automobile a noleggio. Ad inizio stagione abbiamo avuto qui a Capri un’ottima occupazione prevalentemente nel weekend. L’isola, con i suoi due sindaci, ha applicato numerose restrizioni particolarmente la sera e nel fine settimana quando l’uso della mascherina era obbligatorio ovunque, anche all’esterno. In fondo non possiamo lamentarci per la stagione passata, anche se durata poco abbiamo avuto un’ottima clientela e confrontandomi con i colleghi della costiera di Ischia e della penisola sorrentina pare che Capri sia stata una cosiddetta “isola felice”! Questo mi può fare solo che piacere, ma in tutta sincerità mi sono mancati tanto i nostri ospiti affezionati d’oltre oceano: i cari americani, canadesi, australiani e non per ultimi gli arabi con le loro innumerevoli richieste da alta conciergerie. A dire il vero ero sempre in contatto con loro via Instagram e Facebook e qualcuno anche su Messanger o Whatsapp, tanto che appena postavo uno scorcio della mia isola, spuntavano subito i cuori, i like, fuochi e messaggi di puro affetto… insomma sono stati sempre presenti nella mia vita anche nel 2020! Se dovessero chiedermi: “Anna, come prevedi il 2021”, risponderei con la positività che mi contraddistingue, con ottimismo forse inconsapevole, ma tanta voglia di ritornare al nostro vero turismo che ben venga miscelato con quello della fatidica stagione 2020. E per usare uno slogan della UICH facciamo girare questo messaggio di speranza: “When you are ready to travel, Les Clefs d’Or Concierges are ready to welcome you. We are your local experts and we will help to guide and advise you. Stay safe. Stay informed. Stay with Les Clefs d’Or”. Al quale io aggiungerei: Viva Les Clefs d’Or!

Anna Manzo

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

code