Excelsior-Palace-Trieste

DIARIO DI UN CONCIERGE

LE NOSTRE STORIE:  GIULIO OLENIK SI RACCONTA

Quale persona nel mondo dell’Hotellerie non ha mai avuto voglia, anche per un solo minuto, di essere l’attore Ralph Fiennes nei panni di Monsieur Gustav, nonché primo Concierge del Grand Hotel Budapest? Mi chiamo Giulio e sono il Concierge, insieme al mio collega e primo portiere Stefano Piccinini, dello Starhotels Savoia Excelsior Palace di Trieste. Vi spiegherò come sono entrato a far parte della grande famiglia delle Clefs d’Or e soprattutto cosa significa per me essere un Concierge…

 

 

Quando iniziai a lavorare dopo gli studi, ebbi la fortuna di lavorare da subito come portiere di un albergo stagionale e fu “amore a prima vista!” Già nei primi mesi sentii parlare delle Clefs d’Or ma purtroppo essendo ancora troppo giovane non ebbi i requisiti necessari per presentare la mia domanda e nel frattempo continuai a maturare la mia esperienza professionale, attendendo il momento giusto. Dopo qualche anno quel momento arrivò! Dal 14 al 17 novembre 2019 si è tenuto, presso il mio albergo, il 41^ Congresso Nazionale UIPA. Per me, un’occasione unica e da non farsela sfuggire! In quei giorni ebbi modo di conoscere tantissimi colleghi provenienti da tutta Italia e non solo, di confrontarmi e ricevere moltissimi consigli per il proseguo di questo ruolo nella mia città. Città che non ha mai avuto, almeno nella mia memoria degli stessi triestini, dei concierges Clefs d’Or al servizio di tutti. Una volta aderito con tanto entusiasmo e desiderio alle Clefs d’Or ho avuto subito modo di collaborare e mettermi in mostra, la scelta migliore che abbia mai fatto nella mia giovane carriera. Sono stato subito travolto dalla loro voglia di fare e lavorare tutti insieme per il raggiungimento di un unico scopo. Ho capito veramente cosa vuol dire essere un Concierge. Essere un portiere d’albergo o appunto un Concierge non significa soltanto esaudire ogni singolo desiderio dell’Ospite, eseguire varie prenotazioni o semplicemente dare indicazioni, ma è un vero e proprio stile di vita! Una filosofia, perché al di fuori di splendidi palazzi moderni o storici, piccoli o grandi, rinomati o meno, il Concierge dedica il suo tempo, al di fuori dal suo posto di lavoro, nel continuo aggiornamento, nell’informarsi degli avvenimenti/eventi della propria città e soprattutto di un continuo studio per essere, quando si è a contatto con l’Ospite, il più professionale possibile e il punto di riferimento all’interno di una struttura alberghiera. Posso solo dire grazie ai miei colleghi e amici per avermi dato questa opportunità e con la speranza che arrivino presto tempi migliori, sappiate che noi stiamo lavorando per voi, con onore e con il grande desiderio di dare la migliore vacanza di sempre!

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

code