campania

LA FESTA DEL CONCIERGE

Sono quasi le 10, il sole è caldo e non sembra sia dicembre. Ci accoglie cosi Napoli, con il calore che da sempre la contraddistingue. Io ho indossato il mio tailleur più bello, e sono emozionata. Aspettavo questo giorno da mesi ormai, da quando la mia candidatura a Les Clefs d’Or è stata accettata. I primi minuti sono un susseguirsi di saluti, abbracci e presentazioni. Inizia così la mia prima assemblea. Si fanno i bilanci dell’anno appena trascorso, si discute dell’Evento Nazionale tenutosi lo scorso novembre a Trieste, si propongono nuove idee e veniamo presentati noi, i nuovi aspiranti. Tutto mi sembra familiare, come se fossi stata in Associazione da sempre. Sono le 14 ed è il momento del pranzo, raggiungiamo il rione Sanità, ad aspettarci c’è il giovane e talentuoso Ciro Oliva, nella sua ormai famosissima pizzeria Concettina ai Tre Santi. Il menù degustazione che ci propone è un’escalation di sapori e abbinamenti della tradizione partenopea, che lasciano tutti senza parole. Anche il dolce e il caffè diventano un momento per apprezzare un’altra eccellenza Napoletana, Ciro ci tiene tanto a valorizzare il suo rione. Ci accompagna presso la vicina pasticceria Poppella, impossibile resistere ai “Fiocchi Di Neve” (piccole brioche leggerissime, farcite con crema di ricotta spumosa). Sazi e felici passeggiamo fino al Duomo, dove ad aspettarci ci sono due guide che ci accompagnano a visitare alcuni luoghi d’interesse della nostra meravigliosa Napoli. E così è già ora dell’aperitivo, l’appuntamento è alle 20.30 all’ultimo piano del Grand Hotel Oriente. Le luci della città, la luna alta, l’eleganza di tutti i partecipanti e una coppa di champagne rendono l’atmosfera davvero magica. Ci accomodiamo per cena e, tra una portata l’altra, arriva il momento tanto atteso delle presentazioni, delle premiazioni e dei riconoscimenti. Viene assegnato il premio alla carriera a Gennaro Cozzolino, mentre Mauro Contino viene premiato come giovane portiere dell’anno, e la ciliegina sulla torta ovvero il premio “Portiere dell’Anno 2019” viene assegnato a Vincenzo Ferrandino. Quest’anno otto nuovi aspiranti entrano a far parte della grande famiglia de Les Clefs d’Or. Alcuni di noi siamo presenti e il presidente Antonio Desiderio, assistito da Anna Manzo e dal segretario Gianluca Desiderio, ci consegna la tanto desiderata spilla. Il momento è propizio per un breve discorso da parte di ognuno di noi. Arriva il mio turno, sono veramente emozionata ed entusiasta, sento di avere gli occhi lucidi e forse la voce tremante, ma ci tengo che quest’emozione possa raggiungere tutti i presenti. I ringraziamenti sono d’obbligo, e la promessa che faccio, prima di tutto a me stessa, è quella di portare in alto il nome dell’associazione ovunque il mio percorso lavorativo mi porterà. E’ stata una giornata meravigliosa.

Serena Moresca

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

code